Chiudi anteprima

Suoni in movimento!

Il progetto didattico

“Suoni in movimento!” è un progetto di animazione musicale nato con l’obiettivo di guidare il bambino alla graduale conquista della realtà sonora e di contribuire allo sviluppo armonico ed integrale della sua personalità. Il progetto, infatti, presupponeva lo svolgersi di attività che richiedevano l’utilizzo di facoltà percettive, motorie, linguistiche; dei linguaggi mimico-gestuale, grafico-pittorico, tecnologico-multimediale; l’imprescindibile interessamento dell’area socio-affettiva.
Così l’animazione musicale, avvicinando il bambino all’universo della musica, ne ha favorito il coinvolgimento totale, diventando strumento di formazione e di crescita.
Il progetto, realizzato nell’anno scolastico 2010/2011, era rivolto agli alunni della sezione F, 26 bambini di 4 anni. In alcune fasi del percorso sono stati coinvolti anche 21 ex alunni di sette anni, che, suddivisi in piccoli gruppi, hanno svolto principalmente il ruolo di tutor nei confronti dei bambini più piccoli. Ciò ha favorito la creazione di un nuovo “ambiente di apprendimento collaborativo” nel quale il ruolo dell’insegnante, il raggruppamento degli alunni, la gestione del tempo-scuola hanno trovato un’altra dimensione, favorevole all’arricchimento reciproco.

In questo contesto le TIC hanno avuto un ruolo importante nel consentire all’alunno di giocare con suoni e rumori, vedere immagini e ambienti legati alle tematiche affrontate, accedendo ai contenuti secondo modalità diversificate, adeguate agli stili cognitivi di ciascuno.

Il progetto è stato introdotto attraverso la drammatizzazione “Suono e Rumore”, realizzata per i più piccoli dagli alunni della Primaria.
Anticipando alcune tematiche, si è voluto creare una situazione motivante che stimolasse l’immaginario e la curiosità dei bimbi.

Relativamente al primo percorso “Il mondo sonoro intorno a noi”, momenti di ascolto e rielaborazione verbale, motoria, grafica; sonorizzazioni/rievocazioni, hanno favorito la discriminazione del panorama sonoro legato al mondo degli animali e della natura.

“Percepisco…quindi riconosco” è il percorso attraverso cui sono state stimolate capacità percettive relative a intensità, altezza, durata del suono, sollecitate con l’ascolto partecipativo, la pratica vocale/ strumentale, giochi di finzione, l’utilizzo di risorse digitali, la realizzazione/esecuzione di partiture informali.

La fiaba “I Musicanti di Brema” è stata utilizzata come elemento fantastico-motivazionale per favorire la conoscenza del timbro degli strumenti della banda, a fiato e a percussione. Il lavoro si è articolato in quattro fasi: lettura, drammatizzazione, costruzione di un plastico; sonorizzazione, memorizzazione di un copione; presentazione di alcuni strumenti, sia attraverso software interattivi che dal vero; invenzione di un nuovo finale.

Per stimolare l’ascolto attivo e presentare gli strumenti musicali a corda e il pianoforte, è stata proposta la fantasia zoologica “Il carnevale degli animali”. Prendendo in esame quattro quadri, sono state svolte le seguenti attività: ascolto del brano, interpretazione motoria, rappresentazione dei personaggi e degli strumenti, uso di giochi interattivi sugli strumenti, realizzazione di una coreografia finale con cui ricreare ambientazioni/suggestioni o compiere semplici movimenti in corrispondenza di precise frasi musicali.

Alcune fasi del progetto sono state rievocate e rivissute a distanza di tempo: i bambini, così, hanno potuto prendere una nuova consapevolezza del lavoro svolto e raccontarlo attraverso le registrazioni vocali inserite nella narrazione.

Relativamente agli esiti del percorso, i bimbi hanno cominciato a maturare la capacità di discriminare il suono, di interpretare i brani musicali con il corpo e lo strumentario attraverso movimenti non casuali, nel rispetto della consegna data. Parallelamente hanno migliorato la capacità di esprimersi e la volontà di mettersi in gioco. Particolarmente significativi l’avvicinamento emotivo/affettivo, la cura e la premura che i bambini più grandi hanno avuto verso i piccoli.

Attraverso questa narrazione si è voluto lasciare un segno e un ricordo speciale delle esperienze più belle e significative vissute insieme, della gioia e dell’entusiasmo che il “giocare con la musica” ha suscitato in tutti noi!