Chiudi anteprima

GOCCE D'ACQUA

Introduzione

I ragazzi si educano nelle attività che realizzano, l’apprendere è strettamente connesso all’apprendere dall’esperienza
Non è importante quanto si faccia, ma cosa maturano durante un percorso, cosa lascia dentro ognuno di loro un’esperienza vissuta e raccontata nel quotidiano del microcosmo scolastico. Ho proposto questa attività per dare agli alunni la possibilità di lavorare in gruppo, di dialogare, di confrontarsi per imparate e crescere insieme. Sperimentare il “ learning by doing”, imparare facendo, imparare attraverso il fare facilita l’apprendimento, mette in azione strategie di reciproco aiuto tra gli alunni più bravi e quelli più deboli, veicola l’accettazione dell’altro e degli altri, è il caso di sottolinearlo, visto che in questa scuola di Castelletto i compagni di banco arrivano dall’Africa, dall’Asia e dall’America Latina, un lavoro collettivo permette di condividere le regole di convivenza civile. Il percorso è mirato in particolare alla scoperta delle caratteristiche e delle proprietà dell'acqua, del ciclo naturale e antropico dell'acqua e degli ecosistemi acquatici, cercando di sensibilizzare gli alunni alla salvaguardia di questo bene prezioso. A momenti di ascolto e di elaborazione dei contenuti si sono alternati momenti ludici. Il gioco si è mescolato alle parole scritte, ai colori alla fantasia. Ognuno, in modo diverso, ha potuto esprimere le proprie potenzialità. E’ stato un esplorare, raccontare, scrivere, riscrivere, leggere e rileggere ad alta voce, operazioni che si sono declinate un mare di volte.
Versi, acrostici, tautogrammi, disegni colorati verifiche di comprensione testuale, foto scelte dall’archivio fotografico dell’insegnante, immagini e informazioni scaricate dal web e la voglia di misurarsi con se stessi sono stati gli ingredienti di questo lavoro.